Licia domanda 5: Galileo Galilei, il coraggio, il compromesso (29 ottobre 2010)


Buongiorno a tutti e benvenuti alla nuova puntata del podcast "Licia domanda", oggi è il 29 ottobre 2010. Io sono Saverio, il babbo di Licia. Oggi ho portato la mia bambina a visitare la basilica di Santa Croce, qui a Firenze, e insieme abbiamo parlato dei monumenti alle persone importanti che ci sono nella basilica: Michelangelo, Alfieri e Galilei. Licia sembrava veramente molto interessata alla storia di Galilei, non riusciva a credere a quello che le ho raccontato, sentite come è andata...

Buon ascolto! E scriveteci i vostri commenti sul sito www.podclub.ch.


Licia: Babbo ma perché siamo venuti in chiesa?

Saverio: Chicca, questa non è una chiesa normale, questa è Santa Croce [1], è una chiesa molto bella e importante, ecco perché siamo venuti a vederla.

Licia: Ma c'è la messa?

Saverio: No no, niente messa! Ma ti volevo fare vedere queste, vedi?

Licia: Che sono?

Saverio: Sono tombe [2] di persone molto importanti.

Licia: Come?

Saverio: Vedi, queste persone sono vissute molto tempo fa e hanno fatto delle cose molto importanti e allora per ricordarsi di loro hanno messo tutti questi monumenti.

Licia: Cosa hanno fatto?

Saverio: Hanno scritto libri, hanno fatto scoperte, hanno fatto musica... Per esempio questo era uno scrittore, si chiamava Vittorio Alfieri [3].

Licia: Sembra una torta [4].

Saverio: Una torta? Fammi vedere... Eh, sì, visto dalla tua altezza sembra proprio una torta. Gli diamo un morso?

Licia: Daglielo te!

Saverio: Mmm.. Forse dopo... vedi quel signore? Ci sta guardando, se ci avviciniamo ci brontola...

Licia: La vuole mangiare lui la torta?

Saverio: Forse sì, la vuole tutta lui! Quel monumento là è per un'altra persona molto importante, si chiamava Galileo Galilei [5].

Licia: Oh che nome gli hanno dato babbo?

Saverio: Eh sì, è un po' strano. Ma se guardi solo il nome non è brutto: "Galileo", senti come suona bene. C'è qualche bambino che si chiama così a scuola?

Licia: Bo... Ma perché lui è importante? Che ha fatto?

Saverio: Guarda, lì c'è la sua statua, vediamo se lo capisci da sola cosa ha fatto.

Licia: Perché guarda in alto?

Saverio: Brava! Guarda in alto, verso il cielo. Sai, lui ha fatto tanti lavori: il professore, l'ingegnere, ha fatto tanti esperimenti, lo scrittore e poi ha fatto l'astronomo. Ha studiato il sole e le stelle, e lo sai un giorno cosa ha scoperto?

Licia: No.

Saverio: Ha scoperto che tutti i libri di astronomia erano sbagliati!

Licia: Come sbagliati?

Saverio: Sì, perché su tutti i libri del tempo di Galileo c'era scritto che la terra era ferma al centro dell'universo e tutti i pianeti gli giravano intorno.

Licia: Perché non è vero?

Saverio: Eh no, è un po' diverso... Tutti i pianeti girano intorno a qualcosa: la luna gira intorno alla terra, la terra intorno al sole, eccetera. Ma al tempo di Galileo c'era un grosso pericolo a dire queste cose...

Licia: Quale?

Saverio: Dire che la terra non era ferma ma girava intorno al sole era vietato! Si andava in galera [6] se lo dicevi!

Licia: Babbo mi dai un fazzoletto [7]?

Saverio: Sì... che, soffia [8] forte!

Licia: Ma perché si andava in galera?

Saverio: Dire che la terra era ferma era facile, tutti lo capivano e stavano tranquilli. E se qualcuno diceva che non era vero lo arrestavano [9] come rivoluzionario.

Licia: E allora lui è andato in galera?

Saverio: Eh sì, lo hanno trattato male [10].

Licia: No... Poverino...

Saverio: Poi alla fine sai cosa gli hanno detto?

Licia: No.

Saverio: Gli hanno detto: "Galileo, se scrivi che non è vero nulla di quello che hai scoperto ti lasciamo andare."

Licia: E lui cosa ha fatto?

Saverio: Secondo te cosa ha fatto?

Licia: Non lo so.

Saverio: Alla fine ha scritto che tutte le sue scoperte erano sbagliate.

Licia: Ma erano vere!

Saverio: Sì, erano vere, ma lui era stanco di stare in prigione. In prigione si sta male. Tu se eri lui cosa facevi?

Licia: Non lo so.

Saverio: Senti, di che colore sono le ciliegie?

Licia: Rosse.

Saverio: Bene, tu lo sai, e io anche. Ma immaginati che sul libro di scuola c'è scritto che le ciliegie sono verdi e che se dici che sono rosse vai in prigione. Tu che fai? Glielo dici alla maestra?

Licia: Certo che glielo dico!

Saverio: Davvero?

Licia: Sì perché le ciliegie sono rosse, mica verdi.

Saverio: Davvero? Lo dici davvero? Anche se il libro dice che sono verdi?

Licia: Certo babbo, oh.

Saverio: Brava! Sono tanto contento! Sei una bambina coraggiosa.

Licia: Macché coraggio, babbo, basta andare alla Coop [11] e si vede subito che sono rosse...

Saverio: Senti mi fai una promessa [12]?

Licia: Sì.

Saverio: Tu da grande vuoi andare all'università per fare la dottoressa, vero?

Licia: La dottoressa, o al vigilessa [13], o la cassiera, o la maestra.

Saverio: Ecco, allora promettimi che fino a che non vai all'università se qualcuno dice una cosa falsa, una cosa che non è vera, come che le ciliegie sono verdi, tu glielo dici, va bene?

Licia: Certo babbo.

Saverio: Poi quando vai all'università riparliamo di questa cosa, va bene?

Licia: Va bene.

Saverio: Brava. Senti, andiamo a vedere la tomba di Michelangelo, è da questa parte?

Licia: No, dai babbo, andiamo fuori.

Saverio: Ma è Michelangelo!

Licia: Ma chi è Michelangelo?

Saverio: Va bene, va bene. Si compra un gelatino?

Licia: Sì!

Saverio: Ma hai il raffreddore [14], ti farà male?

Licia: No no, è passato.




[1] Basilica di Santa Croce: Firenze 1294-1385, costruzione in stile gotico
[2] tombe (sing. tomba): luogo o monumentodi sepoltura dei morti
[3] Vittorio Alfieri: Asti 1749 - Firenze 1803
[4] torta: alimento dolce, di forma rotonda
[5] Galileo Galilei: Pisa 1564 - Arcetri 1642
[6] galera: prigione. Anticamente nave da guerra o da trasporto a remi e a vela
[7] fazzoletto: pezzo di tessuto quadrato di piccole dimensioni per pulire il naso o il sudore
[8] soffia (inf. soffiare): spingere forte l'aria con il naso o con la bocca
[9] arrestavano (inf. arrestare): prendere prigioniero, imprigionare
[10] trattato male (trattare male): avere un comportamento duro, senza gentilezza per qualcuno o qualcosa
[11] Coop (Coop Italia - Cooperativa di consumatori): società cooperativa per la grande distribuzione con Sede a Casalecchio sul Reno, Bologna
[12] promessa: impegnarsi a fare qualcosa
[13] vigilessa (masc. vigile): agente della polizia municipale
[14] raffreddore: leggera malattia virale del naso e della gola

KOMMENTARE ANZEIGEN  

Kati 09-06-2015 17:42
Si impara proprio molto per leggere questo testo e non solo italiano. Questo mi piace veramente e non è noioso. Al contraio, è abbastanza interessante.
Benjamin Sorrentino 08-11-2010 00:09
Vero questo storia è benissimo interessante